Scelte educative e didattiche


Flessibilità didattica e organizzativa
La nostra scuola si orienta alla massima flessibilità, diversificazione, efficienza ed efficacia del servizio scolastico, all'integrazione e al migliore utilizzo delle risorse e delle strutture, all'introduzione di tecnologie innovative e al coordinamento con il contesto territoriale. Per realizzare questi obiettivi il nostro PTOF intende assumere tutte le possibilità offerte alla scuola dall'autonomia didattica e organizzativa prevista nel nostro ordinamento (DPR 275/199 – Legge 107,3).

Calendario scolastico
Il calendario scolastico, approvato annualmente dal Consiglio di Istituto, assicura che venga garantito ogni anno il numero di ore richiesto dai singoli curricoli. La scuola ha adottato da molti anni la settimana corta, per cui le lezioni si svolgono dal lunedì al venerdì. Per assicurare il raggiungimento del monte ore richiesto dai regolamenti, il calendario scolastico comprende almeno 175 giorni di lezione, pari a 35 settimane scolastiche.

Orario scolastico
A partire dall'anno scolastico 2016/2017, l'orario scolastico verrà definito tenendo conto unicamente delle esigenze didattiche della scuola. In particolare essa adotta unità orarie da 55 minuti. Con questa scelta si intende favorire l'attenzione degli studenti, alleggerire una mattinata troppo lunga, rendere più dinamiche le lezioni. In questo modo la giornata scolastica terminerà prima, liberando spazi e tempi per la vita extrascolastica dei ragazzi. Da tale scelta deriva un aumento delle unità orarie che arricchiranno l’offerta formativa nel primo biennio dei Licei e favoriranno il recupero e il potenziamento nel triennio.

Articolazione modulare del monte orario annuale delle diverse discipline
La scuola adotta, per le discipline con un monte orario annuale ridotto, una articolazione modulare, che concentrerà lo studio di alcune materie in un unico quadrimestre. In questo modo, nel primo e secondo biennio dei Licei, diminuirà il numero di materie studiate in ogni quadrimestre, permettendo di concentrare l'attenzione e evitare la dispersione nelle materie con meno ore, e favorendo quindi uno studio intensivo e meno frammentato. L’articolazione modulare si attiverà nel primo biennio a partire dall’anno scolastico 2016/2017, nel secondo biennio a partire dall’anno scolastico 2017/2018; essa non riguarderà il quinto anno.

Potenziamento del tempo scolastico: rientri pomeridiani curricolari, Doposcuola e Tutorato pomeridiani
In linea con le indicazioni della legge 107 che invitano le scuole al potenziamento del tempo scolastico, in continuità con l’esperienza maturata negli anni con il Doposcuola per la Scuola Secondaria di Primo Grado e con il Tutorato per i Licei, il pomeriggio scolastico sarà più ricco e articolato. Con l’adozione dell’unità oraria di 55 minuti le classi della Secondaria di Primo Grado e del triennio dei Licei avranno un monte ore di 34 unità orarie curricolari da svolgere in orario pomeridiano in modo intensivo (concentrando le unità orarie in particolari periodi dell’anno scolastico), oppure estensivo (una unità oraria a settimana oppure due unità orarie ogni due settimane). Attraverso un pieno utilizzo delle 70 ore di didattica extracurricolare previste dal contratto nazionale AGIDAE, Il doposcuola e il tutorato pomeridiano disporranno di maggiori risorse orarie che permetteranno agli insegnanti di invitare individualmente gli studenti con insufficienze o bisogni speciali. Gli insegnanti delle varie materie, secondo un calendario mensile, sono a disposizione degli studenti che possono utilizzare il tempo pomeridiano per i compiti e lo studio personale. Doposcuola e tutorato sono orientati sia al sostegno e al recupero degli studenti più fragili, sia alla valorizzazione degli studenti più bravi, affinché possano raggiungere nei propri risultati scolastici l’eccellenza. Il pomeriggio dei Licei sarà arricchito da corsi opzionali di lingua e informatica (ECDL) e utilizzerà anche lo strumento dell’articolazione della classe per favorire recuperi e potenzia-mento. Al pomeriggio verrà utilizzata principalmente una didattica di tipo laboratoriale, interattiva, personalizzata, cooperativa, lasciando la lezione frontale unicamente alle lezioni mattutine.

Modulazione e articolazione del gruppo classe
Le classi più piccole verranno articolate con le altre di pari livello e con uguali programmi, in un progetto di superamento e arricchimento dell'unità classe (per esempio la I Liceo Classico potrà articolarsi con la I Liceo Scientifico per l’insegnamento dell’inglese e con la I Liceo Scienze Umane per la matematica). I quattro indirizzi liceali non saranno quindi dei mondi a sé, ma avranno l'occasione di diversificarsi nelle loro differenze e di integrarsi nella parte comune di percorso scolastico. Durante l’anno inoltre, in alcuni spazi programmati, le classi potranno essere articolate in base alle necessità specifiche degli alunni, secondo diversi livelli, per favorire i recuperi e le eccellenze.

Valorizzazione del merito scolastico e dei talenti
La nostra scuola intende aumentare le risorse dedicate alla valorizzazione degli studenti meritevoli, aiutandoli a raggiungere l’eccellenza e scoprire e valorizzare i talenti dei suoi studenti in tutti i campi. Agli studenti che raggiungono la media scolastica più alta, alla fine dell'anno viene assegnato un buono che copre l'acquisto dei libri di testo per l'anno successivo, spendibile presso la libreria della scuola.

Indicazioni sul lavoro domestico
La scuola intende favorire l'apprendimento prima di tutto nelle ore scolastiche curricolari, attraverso una didattica coinvolgente e interattiva. In secondo luogo intende favorire il doposcuola/tutorato pomeridiano, attraverso uno stile laboratoriale e percorsi guidati per gli alunni che non raggiungono la sufficienza nelle varie discipline. Privilegiando il lavoro a scuola si intende alleggerire il lavoro domestico, permettendo loro di avere più tempo per l'educazione attraverso lo sport, la musica, il teatro, esperienze di gruppo e di volontariato, e altre attività extrascolastiche, favorendo in questo modo una crescita globale dei ragazzi.