Ricordando Padre Carlo Ruffino


Padre Carlo Ruffino della Congregazione dei Padri Somaschi, della comunità del Collegio Emiliani di Genova Nervi, il 2 gennaio 2010 è tornato improvvisamente alla casa del Padre, lasciando in un profondo dolore i suoi confratelli, i colleghi insegnanti, i numerosissimi alunni ed ex alunni che gli erano molto affezionati. Da circa trent'anni era impareggiabile insegnante di latino e greco nel Liceo Classico e su di lui si faceva ancora affidamento per gli anni futuri nella speranza che si riprendesse dalla sua mancanza di voce, che lo aveva costretto ad interrompere momentaneamente le lezioni. Era nato a Valle di Murialdo il 28settembre 1943 e ai suoi cari, alla sua terra rimase costantemente affezionato; a Murialdo faceva spesso ritorno, in particolare per la festa patronale che si svolge il 15 e il 16 agosto. Entrato nella Congregazione dei Padri Somaschi dimostrò una straordinaria intelligenza, che gli permise una brillante carriera accademica. Dopo la Licenza in teologia conseguita alla Pontificia Università di Sant'Anselmo in Roma, fu ordinato sacerdote nel 1970 in Piazza San Pietro dal papa Paolo VI. Esercitò il suo ministero prima tra gli orfani nel Villaggio della Gioia di Narzole, fu viceparroco ed assistente degli Scout nella Parrocchia della Maddalena di Genova e dal 1980 insegnante al Collegio Emiliani di Nervi. Nel frattempo consegui due altre lauree, la prima in lettere classiche all'Università di Torino, la seconda in storia e filosofia all’Università di Genova. Dall'inizio di quest'anno scolastico aveva momentaneamente lasciato le lezioni per curare la mancanza di voce ed aveva da poco subito un'operazione alle corde vocali, nella speranza di riprendersi ai più presto e tonare nella sua scuola. La cultura che aveva acquistato con tanta passione per lo studio era diventata per lui una linfa di vita che trasmetteva in ogni sua classe.
Gli alunni ammiravano la sua competenza, la sua gioia e il suo straordinario entusiasmo nel comunicare le sue conoscenze nel campo dei latino e del greco. Ad essi P. Carlo voleva un bene profondo trasmetteva loro la sua sapienza, il suo amore per Cristo, centro della sua vita o del suo pensiero. Aveva una facilità immediata di comunicazione, un sorriso ed un piglio dolce ad accogliente che non metteva nessuno a disagio. Con i suoi studenti si proiettava fino ad identificarsi nelle loro fatiche e nei loro problemi di apprendimento. Esigeva soffriva por i loro limiti, ma poi nel momento conclusivo della Maturità cercava di aiutarli e di sostenerli. Amava anche una dimensione gioiosa, da simposio greco, nello stare insieme ai suoi alunni; finché gli anni glielo hanno permesso si è anche misurato con loro in combattute partite a pallone. Tra i ragazzi e tra i confratelli ha saputo irradiare sempre, dovunque è stato, un senso gioioso di festa e di fraternità, i suoi stornelli augurali, le sue cantate sono indimenticabili. Ha sempre colpito tutti la sua semplicità di spirito, la sua bontà. la sua incapacità di fare del male a chiunque, la sua trasparenza,il suo calore umano. Ha sempre conservato uno spiccato senso dell'amicizia ininterrotta per tutta la vita: alcuni anni fa nelle vacanze aveva visitato i confratelli amici delle Filippine, poi dell'India e degli Stati Uniti, ovunque lasciando un ottimo ricordo per la sua simpatia e la capacità di immediato contatto. E mancato inaspettatamente il 2 gennaio scorso. Il 4 gennaio la chiesa dell’Emiliani era colma di tanti ragazzi in lacrime, venuti per dargli l'estremo saluto. L'ultima liturgia è stata celebrata a Valle di Murialdo, nella sua chiesa di origine, piena di compaesani, con la partecipazione dei parroci Don Teresio e Don Gianni. È sepolto nel cimitero di Murialdo Valle. Addio P. Carlo, impareggiabile professore ed amico!

P. Giuseppe Oddone

______________________________________________________________________________________

Riportiamo qui di seguito i messaggi che sono giunti via posta in collegio o sulle pagine internet degli ex alunni, in occasione della scomparsa di Padre Carlo. Chiunque volesse unirsi a noi, può farlo inviando una e-mail a exalunni.emiliani@libero.it

DAL GRUPPO “EX ALUNNI SU EMILIANI” SU FACEBOOK

Paolo Alutto
CIAO padre CARLO .. non ho altre parole per salutarti cosi'.
TU CI HAI PRECEDUTO .. PREPARACI UN BEL POSTO CON TE.

pe paolo alutto crs dal Brasile

Chiara Rossi
........il tuo ricordo resterà sempre nel mio cuore ....Ciao Padre Ruffino.......
Chiara Rossi

Federico Parodi
Padre Carlo Ruffino è stato mio insegnante di Greco alle superiori. Era un uomo che non passava inosservato: iperattivo, metodico, maniacale ai limiti dell'autismo, animato da un amore passionale per l'universo delle materie umanistiche e per l'insegnamento. Era una delle menti più brillanti che mi sia capitato di conoscere, una di quelle persone con cui puoi fare una conversazione interessante su qualunque cosa, dall'ultimo film uscito nelle sale alle più spinose questioni filosofiche.

Padre Carlo se ne è andato quest'oggi. Credo che abbia lasciato un'impronta nel cuore di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo, o di essere suoi allievi: quello che io ricorderò di lui sarà la sua costante attenzione nel mettere a frutto ogni singolo momento della sua vita.

Grazie di tutto, Padre, e faccia buon viaggio.

Cecilia Desalvo
Io faccio sempre la sentimentalona ma era uno di quei prof che ricordavo sempre nei test alla domanda "£ bravi professori o cavolante del genere". E oggi mi sono venuti in mente subito tre momenti. Quando ero stata assente tre giorni per un'operazione al dente del giudizio e una sera sento squillare il telefono ed era lui. Ero perplessa, insomma non avevo fatto sega, mia madre aveva pure chiamato a scuola e invece "No volevo sapere solo quando torni perchè mi manca vederti nel tuo primo banco". E poi l'abbraccio il giorno della maturità appena uscita dagli orali. E quando ci veniva a salutare quando zompettavo con la Elvis. Non so nella mia testa avevo deciso che se mai avessi trovato un fesso da sposare =D mi avrebbe sposato Ruffino, anche se magari non poteva o non avrebbe voluto nella mia testa era così, nei miei sogni infantilissimi da quindicenne. E oggi mi è davvero dispiaciuto.

Christopher Fassio
Non posso davvero crederci!!
Tutte le risate fatte insieme a lui sono una delle poche cose che riuscivano a tirarmi su sempre.
Sono senza parole!! Ma sono certo che Dio ti abbia riservato un bel posto vicino a lui, e so che tu starai bene.
Rimarrai sempre nei ricordi piu belli ed indelebili della nostra bellissima adolescenza.
Grazie di tutto.....Ciao Ruffo!!

Mari Hewson
ciao amato padre Ruffino, per sempre nella mia anima

Luca Repetti
ciao padre ruffino,un saluto aiutaci da lassu a vivere questa vita nei migliori dei modi!!!Ti ricordo con affetto e ricordo anche quei tempi passati al collegio.Luca

Elisabetta Insile
Pur non essendo stato un mio insegnante (ero alle medie) lo ricordo bene... e con grande affetto... Aveva sempre una buona parola per tutti, sempre con il sorriso. Che triste notizia.

Valentina Vinci
pochi mesi fa l' avevo incontrato e mi ero fermata cn la macchina x salutarlo..."fidarsi era un brav'uomo , nn fidarsi l 'han fatto santo" ...è una sua frase che mi è rimasta in mente..mitico padre ruffino , ci hai insegnato tanto !sei nel mio cuore!

Elena Picollo
Questa notizia mi ha sconvolta e ho poche parole per descrivere quello che sento....condivido tutto quello che è stato scritto...

Ti saluto con enorme affetto Padre Ruffino.....e ti ringrazio per tutte le belle parole ed i momenti che mi hai regalato.... sei una delle persone che porterò nel mio cuore per sempre, non ti dimenticherò mai....

Rodolfo Rivara
ciao padre ruffino, la tua scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile nei nostri cuori..
Hai reso la nostra adolescenza, vissuta sui banchi di scuola, un'esperienza indimenticabile che custodiremo per sempre dentro di noi come il più grande dei tesori...

Grazie Ruffo!!!..

Viola Teppati
Padre Ruffino, i ricordi più belli della scuola sono legati a te, quanto dolore pensare che sei volato via, tanto tanto dolore...

Raffaella Collufio
Grazie Padre Ruffino, ti ricorderò sempre come un ottimo insegnante e una grande persona!

Andrea Genesio
..ho avuto l'onore di avere padre Carlo come professore al suo primo anno di liceo... persona favolosa, unica e sempre disponibile. L'ho incontrato nuovamente anni dopo visto che mio figlio ha frequentato gli emiliani ed alla mia domanda se si ricordasse di me.. mi ha risposto... "non mi dimentico MAI dei miei alunni..sono come figli!!"... ciao padre Carlo

Virginia Baldini
sarà difficile fare a meno dei suoi consigli per me.

Silvia Olivieri
Resterai sempre vivo nei nostri cuori e nei nostri ricordi... grazie di tutto

Stefano Feminò
Quanti impietosi 4 mi ha rifilato quand'era mio professore di latino e greco.... ma ha sempre avuto,e ancora ha, il mio rispetto.

Azzurra Arzelà
4 - - - - col fiore!!!!

Il più bel 4 della mia vita!!!!

Ludovica Russo
Non ho mai amato la scuola,e lei,Padre Ruffino,l'hai sempre saputo,sin dal primo momento che mi ha vista probabilmente. Solo lei però,al contrario di altri ci hai sempre provato a farmi capire che andare a scuola non voleva dire soltanto dover studiare per forza senza interesse,ma voleva dire appassionarsi alle cose,capirne il significato piu profondo e piu bello. Ci ho messo un po di tempo a capirlo,ma finalmente riesco a trovare queste cose..ed è solo merito suo,all'amore e all'impegno che metteva in ogni momento, alla fiducia e all'affetto nei confronti di tutti. E sono sicura che da lassù sarà vicino a tutti noi,più di prima. Grazie.

Francesca Musso
Mi ha insegnato il greco e il latino il professore più colto, intelligente, brillante e appassionato che potessi desiderare; ha celebrato il mio matrimonio la persona migliore che potesse esistere.
Grazie di tutto Padre Carlo e buon viaggio...

Oliver Sanna
Mi ha dato del caprone per 3 anni...giustamente! Lo ricordo con grandissimo affetto e rispetto..Padre Ruffino, sarai sempre nei miei ricordi piu belli del Liceo..

Ciro Fabbrini
Ringrazio tutti per avermi informato della terribile notizia, purtroppo mi trovo in Cameroun e non passo da Nervi dal lontano 1969 quando frequentavo la 4 à ragioneria.
Aprofitto comunque per salutare tutti i compagni di scuola dell'epoca e per mandare il mio cordoglio vivissimo per la scomparsa di padre Carlo.
Sono sicuro che é gia vicino a Dio
Ciro FABBRINI

Cristina Lingiardi
Caro Padre Carlo,
sono felice di averLa potuta rivedere e salutare qualche mese fa, quando ci siamo incontrati in passeggiata a mare...
Tra le altre cose raccontandomi della recente operazione, notai comunque che le Sue parole erano pervase da ottimismo e fiducia in una pronta guarigione. Che uomo allegro e solare!
Sono stata fortunata ad averLa avuta come insegnante, giusto e appassionato, ma ancor di più ad aver avuto la possibilità di mantenere con Lei un rapporto nel tempo!
Sarebbe stato piacevole scriverci ancora delle belle lettere "a mano"!! e riceverne per leggere ancora a sua inconfondibile calligrafia!!
Mi avrebbe fatto tanto piacere che fosse Lei a battezzare il mio piccolo Emanuele... ma sono comunque felice che l'abbia potuto conoscere.

insomma avrei voluto averLa ancora nella nostra vita! Grazie, per il meraviglioso ricordo che lascia in me. A presto, un sorriso... Cristina Martina Landi
il professore più divertente che abbia mai avuto nonstante qualche nostro battibecco ma forse perche in un certo senso eravamo simili, impulsivi allo stesso modo
avrei voluto salutarlo prima d partire per gli stati uniti raccontargli della mia laurea e del viaggio che sto facendo e ora m pento di non essere riuscita a trovare 5 minuti per lui
ricorderò per sempre le sue massime, le sue manie, la sua solarità, le gite di classe e quando zompettavo alla lavagna per essere interrogata
grazie padre ruffino rimarrai per sempre nel mio cuore
mi mancherai

Francesca Argellati
mente brillante e grande insegnate....uno dei migliori...ciao padre Ruffino

Caterina Fabbrizio
sono davvero fortunata: ho avuto come insegnante il professore più colto ed intelligente che esista... riusciva a "rapire" un'intera classe con le sue spiegazioni. Persona meravigliosa, divertente e brillante... non dimenticherò mai le gite di classe e le settimane bianche, durante le quali si divertiva con noi... era un piacere incontrarlo in passeggiata mare e fare due chiacchiere insieme a lui... GRAZIE Padre Ruffino per tutto quello che mi hai dato! Da oggi sarà dura passare davanti al Collegio Emiliani...

Chiara Francesca Tealdi
Sono rimasta veramente scioccata nell'apprendere la notizia e mi unisco al dolore di tutti quelli che l'hanno potuto conoscere e apprezzare. Ricorderò per sempre Padre Carlo, il suo sorriso e suoi insegnamenti.

Carlotta Giani
Aveva passione per la vita.
Ha insegnato molto a tutti!

DALLA PAGINA “PADRE RUFFINO OFFICIAL FAN’S CLUB” SU FACEBOOK (link)

Carolina Launo
Ciao Padre Ruffino!Grande persona amante dei giovani!

Michela Boero
Grazie di tutto!...sarai sempre con me e sono certa nel cuore di tutti gli alunni che hanno avuto la fortuna di conoscerti e di averti come maestro...Arrivederci grande Padre Ruffino

Luca Contini
Caro Padre Carlo Ruffino, non sono stato suo studente, ma dalle sue messe che ho avuto modo e piacere di seguire mi ha dato tante risposte alle tante domande che mi facevo riguardo la religione e la vita quotidiana di tutti i giorni che nessun'altra persona mi aveva dato.

La ricorderò per sempre!!!

Luca Massa
Di solito non sono troppo sensibile ai funerali ma ammetto che la scomparsa di padre Ruffino mi ha colpito davvero. Se ho un pochino di cultura,se mi sono fatto risate fino a sentirmi male e rimpiango il liceo è fondamentalmente per lui e gli amici conosciuti.

Maddalena Spigno
Grazie, grazie per tutto quello che mi ha insegnato, e non parlo solo di scuola, grazie per le risate che mi ha fatto fare e soprattutto grazie per avermi lasciato un ricordo fantastico dei miei anni al liceo...

Alessandra Argellati
Caro Padre Ruffo, la avevo rivista il 24 dicembre dopo tanti anni. E' stato davvero un grande regalo! Ci siamo raccontati di quando ero sua alunna e con i compagni ne combinavamo di ogni. Quanti bei ricordi!!!! Lei rideva sereno, ricordando tanti episodi divertenti. La ricorderò sempre!!.......

Roberta Oliva
Salve padre!!!... mi dispiace davvero che lei non ci sia più xke è stato l'unico a lasciarmi un qualcosa di bello... quanti ricordi... a partire dai recuperi del ginnasio dove ci faceva la versione... le ore in classe... nn vedevamo l'ora lei arrivasse per farci del ridere... quante litigate xo!!! "eh no Oliva no eh...... ma possibile.. non devi essere così orgogliosa eh.. testa dura"... "no padre no"... quante volte... ricorderò di lei ogni cosa...e la ricorderò cn molto affetto... perchè non dimentico le sue parole l'ultimo giorno di scuola... io che piangevo e lei che mi ha abbracciato e consolato... è stato davvero un onore conoscerla ed essere stata sua alunna...

Michela Secchi
Carissimo Padre,é stato fortunato chi l ha conosciuta ma ancor più chi ha avuto l onore di essere stato suo alunno, come me che ho avuto la grazia di apprendere anche solo un millesimo del suo sapere e di essere stata sempre trattata con grande affetto come solo lei ha saputo fare...non la dimenticherò mai...

Daniele Terenzani
padre resterà per sempre nei nostri cuori...nn la dimenticheremo mai...grazie di tutto...

Serena Silvestrino
Arrivederci Padre.. Non riesco ancora a credere che non lo vedro più zampettare per il cortile con la sua tipica camminata a soldatino..che non lo vedrò più ridere con il suo faccino tondo..non lo sentirò più dire "eh già..eccooo..prodigioso!".. Grazie per questi tre anni di perle di saggezza e per la sua conoscenza che con tanta passione ci ha trasmesso..

Iacopo Rivara
Una grande personalità all'interno del collegio. Un ottimo professore che con estrema passione si dedicava all'insegnamento. Una persona viva, allegra ed estremamente positiva. E' stata una fortuna immensa incontrare un personaggio cosi significativo.

Grazie di tutto!! Virginia Baldini
grazie per tutto quello che ha fatto per noi Noemi Orsi
Ruffino sarai l'unico insegnante con il quale io abbia instaurato un rapporto sincero e sarà questo rapporto che mi mancherà..è stata una persona veramente fantastica e soprattutto amante delle sue materie....qualche volta la facevamo arrabbiare ma poi era pronto a perdonarci....non ci dimenticheremo mai di lei...sarà sempre nei nostri cuori.

Giacomo Raspo
Grazie Padre Ruffino gli alunni degli emiliani non ti dimenticheranno mai Matteo Manzitti
sono veramente triste..poche persone riescono a coniugare in maniera così evidente la disciplina e la gioia, io spesso non ero d'accordo con quello che sosteneva ma non l'avrei mai voluto diverso di una virgola..era divertente, appassionato e in più aveva una capacità narrativa incredibile. Ho sempre pensato che se trasmettessero in tv qualche sua lezione farebbero ascolti record. Sono profondamente grato di averlo incontrato in questa vita.

Daniele Nicola
Padre Carlo si è spento stanotte lasciandoci improvvisamente nella nostra speranza della guarigione che sembrava prossima...che venga accolto nel regno dei cieli verso il quale nella sua grandissima fede ha sempre guardato, dove possa stare al fianco di Gesù per sempre, col cuore in pace...grazie padre per tutti i valori che è riuscito a darci, per le sue lezioni uniche, per le risate, per la sua bontà, la sua simpatia, la sua severità che provocava talvolta rabbia e talvolta impegno...grazie padre per averci fatto maturare...non la dimenticheremo mai, lei e la sua passione, che metteva nei suoi insegnamenti e nella sua fede...ha guadagnato un posto nel cuore di tutti noi...ci mancherà.

MESSAGGI CARTACEI

Ci scusiamo per non essere riusciti a riportare le firme degli autori, ma quelle leggibili d interpretabili oltre ogni dubbio erano veramente poche. Se qualcuno, riconoscendo le proprie parole, desiderasse essere citato, può contattarci al nostro indirizzo e-mail sopra indicato.

Con la promessa di imparare il greco.

Con la certezza che ci aiuterà anche da lassù. Grazie per l’amore e la passione con cui ci trasmetteva le sue lezioni. Grazie di tutto, ci mancherà.

Un caro saluto affettuoso.

Ciao Fuffins sei il migliore.

Solo tu potevi darmi 9 di greco! Grazie.

Grazie perché solo tu potevi farmi piacere due materie come le tue. Grazie.

Sei stato il punto di riferimento più grande di questi tre anni vissuti insieme. Grazie.

Salve padre…ha guadagnato un posto nel mio cuore e in quello di tutti noi…non la dimenticherò mai…vegli su di noi da lassù…arrivederci padre.

Per un solo quadrimestre sono stato tuo alunno, ma sei rimasto nel mio cuore come se ti conoscessi da anni e anni. Eri una persona straordinaria e grazie a te ho passato il periodo più scolastico più sereno della mia vita. Grazie Carlo…

Grazie per la grande passione che hai avuto per l’insegnamento. Non ti dimenticheremo mai!

Grazie per l’entusiasmo, la passione e la gioia che Padre Carlo ha saputo infondere nel suo lavoro di insegnante e per aver la Parola con gioia nella vita di tutti i giorni.

Il tuo insegnamento e la tua presenza sono stati fondamentali per la mia crescita sia formativa che spirituale. Ti ringrazio per il periodo del liceo dal 2006 al 2008 vissuto con te. Riposa in pace.

Grazie per la grande amicizia che mi hai sempre dimostrato, non la dimenticherò.

Mi mancherai. Non ci sono parole per descrivere tutto questo.

Per sempre nel cuore un ricordo dolcissimo.

Con tanto dolore.

Non riuscirò a fare a meno dei suoi preziosi consigli e delle sue telefonate.

Salve Padre, di nuovo io…sono onorato di averla come angelo custode…può chiamarmi Daniele adesso?

E’ stato un professore e un uomo indimenticabile.

Un enorme grazie per quanto hai saputo donare ai nostri figli.

Semplicemente grazie.

Mancherai a tutti, ma tu non ci dimenticherai.

Grazie per aver rallegrato le gite scolastiche con la tua voglia di vivere e far baldoria!!!

A te che hai saputo far conoscere ai ragazzi tutte le sfaccettature della vita, l’amore, l’eroismo, la grazia (forse gioia) della poesia lirica, la grandezza, la paura (forse) e la resurrezione (forse), a te che attraverso l’arte hai svelato la vita con semplicità ma anche facendone osservare gli aspetti più difficili, sereni e dolorosi, a te che nella coniugazione di un verbo hai saputo trovare e rilevare la leggerezza di un concetto, grazie.

Ciao amico mio, è stato bello conoscerti.

Carissimo Padre, non scorderò mai quando mi hai tenuto un posto affianco a te alla pizzata di classe…non ti scorderò mai, è stato un onore essere stata tua allieva.

A Padre Carlo un enorme grazie. Sarà sempre nei nostri cuori.

Con tanto affetto.

Ti sentirò cantare l’exultet con il coro degli angeli e questo mi rallegrerà.

Ricordo con affetto la tua ilarità e la grande semplicità.

Carissimo Padre, la ricorderò sempre come una persona estremamente buona. Lei mi ha fatto amare la letteratura come nessun insegnante farà mai…con tanto affetto, sarà sempre nel mio cuore.

Caro Padre Carlo, ti ringrazio per tutto, per come eri disponibile e a tutti noi caro. Purtroppo ti ho conosciuto poco ma quel poco mi basta per dirti grazie.

Grazie padre Carlo per la tua letizia disarmante che ci accompagnerà. Grazie per la compagnia sollecita e discreta di sempre, aperta a tutti i ragazzi “nuovi”.

Sei stato il miglior professore che io abbia mai avuto. Ti volevamo bene. Eri un grande. Ti penseremo sempre. Ciao padre.

Grazie di tutto.

Al professore più appassionato.

La ricorderemo.

Semplicemente il migliore.

Oltre che un bravo professore, una persona davvero speciale.

Non addio, ma solo un pensiero…in ognuno di noi che ti abbiamo conosciuto è rimasto qualcosa…grazie.

Padre Carlo, con lei perdo un amico, un confidente, il migliore professore…ci mancherà tantissimo. Arrivederci…

Ciao padre Carlo, grazie per il tuo sorriso, le tue parole e per la tua umiltà.

Grazie padre Carlo per tutto quello che hai donato ai nostri figli e a noi genitori.

Sei stato un grande Carlo in preghiera non ti dimenticheremo mai.

Grazie padre Carlo, per le tue parole piene di sapienza, di amore e di gioia.

Caro Carlo il tuo sorriso mi seguirà sempre e nel mio cuore sempre sarai.

Rimanga con noi padre e aiuti i ragazzi ma anche me.

Con tanto stima e affetto.

Eri una bellissima persona.

Carissimo padre, è stato un onore e un privilegio averla conosciuta. Ci ha lasciati troppo presto…ci mancherà. Con affetto e stima.

Salve padre! Non mi dimenticherò mai di lei, delle sue risate in classe, delle sue “urla” per spronarci a studiare, dei vari litigi fatti…”no padre non può interrogarmi anche oggi” e lei mi diceva sempre “vieni qui”. Un caro saluto e un abbraccio.

Caro padre, a scuola è stato il mio insegnante, fuori un amico caro e la mia guida spirituale. Ricorderò per tutta la vita i suoi insegnamenti, con affetto profondo.

Ciao padre, grazie di tutto, mi ricorderò per sempre di lei e della …………..

Caro padre non ho veramente parole per esprimere il vuoto che andandotene hai lasciato nel mio cuore. Per me sei stato molto più di un insegnante ma una guida e ti ringrazio tanto di essermi sempre stato vicino. Ti ringrazio di esserti ricordato di me quando volevi svecchiare la tua biblioteca: è un gesto che non dimenticherò mai, insieme al tuo spirito, alla tua gioia di vivere, al modo inconfondibile con cui trasmettevi il tuo amore per la cultura. Un caloroso abbraccio, rimarrai sempre nel mio cuore.

Caro padre Carlo, è stato un onore averla conosciuta come professore e come amico. La ricorderò sempre con sincero affetto.

Non dimenticheremo mai il suo sorriso, la prima cosa che colpiva chiunque. Smagliante e gioioso, lo aveva sempre sul viso. Questo sorriso esprimeva la sua grande gioia di vivere, di amare, di stare in comunità; esprimeva la sua dolcezza verso tutti, la sua comprensione, la sua simpatia, la sua passione per gli studi che trasmetteva a tutti noi studenti. Nessuno di noi si dimenticherà quando in classe ci urlava se cadeva una penna o non sopportava i banchi storti, o quando la Bindale riportò il quaderno mangiato dal coniglio o quando, se ci toccavamo i capelli, ci diceva: “ nn sei mica un coiffeur!” Vogliamo ricordarlo così, col suo sorriso, la sua camminata veloce, le sue passeggiate notturne, il suo amore per insegnare e per tutti noi. So che sarà lassu a illuminarci col suo sorriso. Le vogliamo bene.

Padre la ricorderò per sempre con quel suo sorriso che la distingueva da tutti gli altri. La sua bontà e gentilezza erano uniche. La voglio ricordare cosi perché l’ho conosciuta in questa maniera. Le voglio bene.

All’amico più colto (ti ricordi? Volevamo andare insieme a “chi vuol essere milionario”…su istigazione dei nostri alunni) al sacerdote più gioviale e grande “ala destra” delle nostre partitelle. Un abbraccio fraterno.

Caro padre Ruffino, la memoria dei suoi insegnamenti e dell’uomo che è e che era rimarranno nel mio cuore per l’eternità. La porterò nel cuore insieme a tutti i cari che ho perso e le auguro di trovare lassù tutto ciò che ha sempre desiderato incontrare e vivere qui. Sarò semrpe felice di averla incontrata.

Grazie padre Carlo per ogni sorriso che ci hai donato con la tua vera e profonda gioia del cuore. Ti porterò sempre tra i miei ricordi.

La morte non è niente,
noi siamo andati semplicemente nella stanza accanto,
noi siamo noi, voi siete voi;
per voi noi saremo sempre ciò che siamo stati.
Dateci il nome che ci avete sempre dato,
parlateci come avete sempre fatto.
Continuate a ridere di ciò che ci ha fatto sempre ridere.
Pregate, sorridete, pensate a noi,
che il nostro nome sia pronunciato in casa come è sempre accaduto.
Il senso della vita è sempre lo stesso.
Il filo non si è interrotto.
Perché dovremmo essere fuori dai vostri pensieri semplicemente perché siamo fuori dalla vostra vita?
Noi non siamo lontani, siamo semplicemente dall’altro lato della strada.
(S. Agostino)

Valido insegnante, attento educatore, il prof rimarrà nei nostri cuori per la testimonianza che ci ha dato e per la sua sensibilità nell’accogliere gli altri.
Camilla Malerba.

Caro padre Ruffino, la ringrazio per i suoi insegnamenti e per avermi trasmesso fiducia credendo nelle mie capacità così da conquistare quella sicurezza che mi ha permesso di raggiungerei miei obiettivi. L’unico che non potrò raggiungere sarà la celebrazione del matrimonio che avrebbe dovuto fare lei, ma quel giorno sarà ugualmente con me come avevamo stabilito al liceo. La ricorderò per sempre. Caterina Fabbrizio.

Grazie per il tuo insegnamento a mio figlio, scolastico ma soprattutto morale, di forza, vitalità, passione. Sono stata lieta per quelle cose che gli hai dato. Ti incontravo in passeggiata a mare a camminare e camminare perché “mens sana in corpore sano”. Tu sei stato immenso ed amato da tutti. Dove sei ora che ti sia consentito camminare e camminare ancora.


ALTRI

Carissimo Padre Carlo,
a volte le parole non bastano per esprimere ciò che si prova….
Ed i vorrei non sempre sono sufficienti a ricucire le ferite del cuore…
Avrei davvero voluto salutarti prima di ritornare a Roma, avrei davvero voluto venire al tuo rosario ed al tuo funerale, avrei davvero voluto venire a trovarti dove riposi ora….già avrei voluto, ma non l’ho fatto!
Immagino non sia necessario dirti che grande insegnante tu sia stato, anzi, più di un insegnante, un mentore, una guida.
Quello che però mi ha sempre stupito e colpito di te, oltre questo, è la tua grande, immensa passione per la Vita, per la bellezza, per l’arte, la musica…
La tua vitalità era di sprono a tutti perché, diciamocelo, non c’era chi non sorridesse quando dicevi “Eh già”, oppure “A posto!!!!”, o anche “Eh no eh”!
Persino quando giocavi a calcio davi tutto te stesso!
E questa vita, dono che hai onorato in tutto, incitavi anche noi, tuoi alunni, ad amarla, a rispettarla, a scoprirne i tesori, a guardarne il lato eroico e meraviglioso, al di là di tutto, al di là dell’apparenza…

Tu che hai avuto la grandissima e rarissima capacità di essere un vero esempio per tutti, aiutaci da lassù ad essere esempi per gli altri, a non essere solo spettatori, ma anche attori di questo strano, ridicolo, farsesco spettacolo che chiamiamo “Vita”!

Ti saluto, stai bene, grande Padre Carlo!!!

Marco Maggi